Il richiamo della montagna (1925-1938)

Il richiamo della montagna (1925-1938)

I film tedeschi di argomento alpino risvegliano l'entusiasmo per le montagne. L'uomo in lotta con la parete rocciosa: una gara che affascina le masse. L'arrampicata sportiva e l'escursionismo divengono sport popolari, la pratica dello sci consente l'avvio della doppia stagione.

Sui campi di neve
Lo sci comunica una nuova ed inebriante esperienza della natura. Movimenti decisi sulla neve fresca, discese a mozzafiato: la forza e lo sport ben si adattano all'interpretazione della vita di allora.

Un progetto visionario
Nel 1930 l'architetto milanese Gio Ponti, su incarico del Ministero del turismo, progetta uno straordinario accesso alle Dolomiti. Tra Bolzano e Cortina d'Ampezzo viene ideata una rete di 160 km di funivie, con alberghi d'alta quota, ristoranti e skilift nelle stazioni intermedie. La sua "impresa turistica perfetta" rimane tuttavia un sogno. Nel 1936 Ponti utilizza comunque alcuni degli schizzi per gli alberghi d'alta quota nella costruzione dell'Hotel Paradiso in val Martello.